ASSEMBLEA CEI: CARD. BAGNASCO, RICORDARE LA “TRADIZIONE DI ACCOGLIENZA” DEL POPOLO ITALIANO

Piuttosto che di tolleranza “preferisco parlare di rispetto, di accoglienza”. E’ il monito che il presidente della Cei, card. Angelo Bagnasco, ha lanciato questa mattina a Roma, a conclusione della 58a Assemblea generale dei vescovi italiani, facendo riferimento ai recenti episodi di “intolleranza verso gli stranieri”. Un’accoglienza che va accompagnata, ha aggiunto il porporato, da “quello sforzo educativo, che prevede il senso della legalità, che tutti dobbiamo compiere per creare una convivenza sempre più degna dell’uomo e, per noi cristiani, nel segno del Vangelo”. Entrando poi nel dibattito sull’immigrazione clandestina, “tutti noi speriamo – ha precisato il card. Bagnasco – che qualunque provvedimento il Parlamento prenderà faccia salvo il duplice orientamento della giusta sicurezza dei cittadini e di quella tradizione di accoglienza che caratterizza non solo la comunità cristiana, ma la storia del nostro popolo”. Infine, “ciò che dev’essere temporaneo – ha concluso esprimendo un auspicio riguardo ai Centri di permanenza temporanea (Cpt) – non diventi troppo prolungato, e tantomeno permanente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy