PRETE CONDANNATO PER VIOLENZA SESSUALE: DIOCESI DI COMO, "SI PRENDE ATTO DELLA SENTENZA"

“Si prende atto della sentenza di primo grado. Non si possono esprimere allo stato valutazioni di merito. In ogni caso si conferma fiducia nell’operato della Magistratura». Questo il pensiero del vescovo della diocesi di Como, monsignor Diego Coletti, dopo aver appreso la notizia della condanna in primo grado a otto anni di reclusione e a un risarcimento di 180mila euro di don Mauro Stefanoni, fino al 2004 parroco di Laglio e Brienno (Co), oggi collaboratore temporaneo a Colico (Lc). L’accusa contestata è quella di violenza sessuale nei confronti di un minore. Questa mattina l’imputato non era presente in aula. La sentenza è giunta dopo tre ore di Camera di Consiglio; l’udienza si era aperta con la rinuncia alle repliche sia da parte del pubblico ministero, sia degli avvocati di parte civile. Le motivazioni della sentenza saranno depositate il prossimo 27 agosto. Il collegio difensivo ha già annunciato l’intenzione di impugnare la decisione dei giudici; don Stefanoni, intanto, rimane in stato di libertà. «Prendiamo atto della sentenza – ribadiscono dalla Diocesi di Como – e valuteremo i passi canonici necessari e opportuni2.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy