SANTA SEDE: ISTRUZIONE SU "OBBEDIENZA E AUTORITÀ" NELLA VITA RELIGIOSA

"Mentre tutti, nella comunità, sono chiamati a cercare ciò che a Dio piace e ad obbedire a Lui, alcuni sono chiamati ad esercitare, in genere temporaneamente, il compito particolare di essere segno di unità e guida nella ricerca corale e nel compimento personale e comunitario della volontà di Dio". E’ questo il "servizio dell’autorità", così come viene descritto nella nuova Istruzione della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica, reso pubblico oggi con il titolo: "Il servizio dell’autorità e l’obbedienza". Il testo (una cinquantina di pagine), intende – si legge nell’introduzione – "riaffermare che obbedienza e autorità, seppure praticate in molti modi, hanno sempre una relazione peculiare con il Signore Gesù, Servo obbediente" e si propone di "aiutare l’autorità nel suo triplice servizio: alle singole persone chiamate a vivere la propria consacrazione (prima parte); a costruire comunità fraterne (seconda parte); a partecipare alla missione comune". Tutto ciò, partendo dalla consapevolezza che "il desiderio della realizzazione di sé può entrare a volte in conflitto con i progetti comunitari; la ricerca del benessere personale può rendere difficoltosa la dedizione totale a servizio della missione comune; le visioni troppo soggetti vede il carisma e del servizio apostolico possono indebolire la collaborazione e la condivisione fraterna".” ” ” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy