GIOVANNI FALCONE: MONS. MICCICHÈ (TRAPANI), "ESEMPIO DI UMANITÀ SPESA PER AMORE"

” “"Questo è un giorno particolare, un giorno in cui vogliamo celebrare la memoria di una persona che ha speso la sua vita fino al martirio per liberare la Sicilia dalla triste piaga della mafia. Lo facciamo da cristiani: celebrando messa pregheremo per un magistrato, la moglie e la scorta che sono caduti nel compimento del loro dovere, vittime della mafia, ma pregheremo anche per tutti noi, per quanti soffrono ancora oggi a causa della mafia, per quanti continuano con alto senso di responsabilità a combatterla, per la nostra città perché sia città libera da questo flagello". È quanto ha affermato oggi mons. Francesco Miccichè, vescovo di Trapani, celebrando una messa con gli studenti e i docenti della scuola "Falcone" di Trapani, nel 16° anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta. "La logica del «non c’è niente da fare», la rassegnazione, l’apatia – ha detto il vescovo – sono segnali di mancanza di rispetto della persona umana, il non riconoscimento della dignità umana al di là del proprio reddito, del ruolo sociale che occupa, della sua istruzione, delle sue amicizie. La scuola, palestra di pensiero e di cultura, è e deve essere una risorsa per il nostro territorio, per la nostra città perché si viva una stagione nuova". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy