BENEDETTO XVI: "LA COMUNICAZIONE RISPETTI SEMPRE LA VERITÀ"

"Le diverse forme di comunicazione – dialogo, preghiera, insegnamento, testimonianza, proclamazione – ed i loro diversi strumenti – stampa, elettronica, arti visive, musica, voce, gestualità e contatto – sono tutte manifestazioni della fondamentale natura della persona umana": lo ha detto stamane in Vaticano il Papa Benedetto XVI, rivolgendosi ai partecipanti al congresso delle Facoltà di comunicazione delle Università Cattoliche, promosso dal Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali. "E’ evidente – ha aggiunto – che al cuore di ogni seria riflessione sulla natura e gli scopi dell’umana comunicazione deve esserci un impegno sulla questione della verità (…) in quanto il valore finale di ogni comunicazione si trova nella sua veridicità". Benedetto XVI ha poi esortato i presenti (un centinaio tra decani, docenti e studiosi da una cinquantina di paesi diversi) "a nutrire la passione per la verità e il bene che è sempre forte nei giovani". La formazione specifica non dovrebbe mai – secondo il Pontefice – "essere affrontata come un semplice esercizio tecnico o come il solo desiderio di fornire informazioni", ma dovrebbe essere volta a "promuovere la giustizia e la solidarietà, rispettando in ogni circostanza il valore e la dignità di ogni persona, che ha diritto a non essere ferita in ciò che concerne la sua vita privata". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy