BENEDETTO XVI: CORPUS DOMINI, "NON BASTA IL PROGRESSO" SENZA "CRITERI DI RIFERIMENTO"

"Non basta andare avanti, bisogna vedere verso dove si va! Non basta il ‘progresso’, se non ci sono dei criteri di riferimento". E’ il forte monito lanciato stasera dal Papa, nella Messa del Corpus Domini. "Anzi, se si corre fuori strada – ha proseguito Benedetto XVI – si rischia di finire in un precipizio, o comunque di allontanarsi dalla meta. Dio ci ha creati liberi, ma non ci ha lasciati soli: si è fatto Lui stesso ‘via’ ed è venuto a camminare insieme con noi, perché la nostra libertà abbia anche il criterio per discernere la strada giusta e percorrerla". "Senza il Dio-con-noi, il Dio vicino, come possiamo sostenere il pellegrinaggio dell’esistenza, sia singolarmente che in quanto società e famiglia dei popoli?", si è chiesto il Santo padre, ricordando che "l’Eucaristia è il Sacramento del Dio che non ci lascia soli nel cammino, ma si pone al nostro fianco e ci indica la direzione". "Ognuno può trovare la propria strada, se incontra Colui che è Parola e Pane di vita e si lascia guidare dalla sua amichevole presenza", ha assicurato il Pontefice ai fedeli, definendo "costitutiva" ed "esemplare per tutta l’umanità" l’esperienza del popolo d’Israele nell’esodo dall’Egitto. La processione del Corpus Domini "ci insegna che l’Eucaristia ci vuole liberare da ogni abbattimento e sconforto, ci vuole far rialzare", liberandoci dalle nostre "paralisi".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy