RIFIUTI IN CAMPANIA: GIUSTINIANI (CEC), "LA VERA EMERGENZA È LA BONIFICA DEL TERRITORIO" (3)

Aprire discariche senza dare pubblicità può essere la soluzione? "Ora – risponde Giustiniani – siamo in una situazione tragica. La gente va educata e rassicurata sui possibili rischi per la salute: ma per far questo sono necessari tempi medio-lunghi. D’altra parte, in passato si accettavano sversatoi a cielo aperto…". Cosa ha fatto cambiare l’atteggiamento delle persone? "Un ruolo non indifferente – dichiara l’esperto – va attribuito ai mass media, che non hanno giocato sempre positivamente in questa storia". Un esempio? "Il caso del monitoraggio, da parte delle Asl, del latte materno per valutare la presenza di diossina – sottolinea Giustiniani – ha mostrato che la situazione in Campania non è diversa da altri luoghi in Italia e di certo non è collegata alla questione dei rifiuti, contrariamente a quanto si è lasciato credere". Come mettere definitivamente fine al problema rifiuti? "Per una soluzione radicale – sostiene Giustiniani – occorre tornare alla gestione ordinaria in modo efficace. Infatti, al momento la Campania è una regione commissariata per i rifiuti e comuni e province hanno competenze minime. È ora di mettere in pratica la legge regionale sui rifiuti, ormai approvata". D’altra parte, "non è giusto che attraverso il commissariato straordinario ai rifiuti in Campania paghi tutta l’Italia per le inadempienze di alcuni amministratori locali".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy