MOVIMENTI ECCLESIALI: CARD. RYLKO, "METTERSI IN ASCOLTO DI CIÒ CHE LO SPIRITO DICE ALLA CHIESA" (2)

"Il dono di queste nuove comunità e carismi – prosegue il presidente del dicastero vaticano – diventa un compito pastorale per i vescovi. Questo compito consiste in una accoglienza aperta, fatta – come ha chiesto il Papa – con amore, con carità pastorale perché nessuno si senta figlio di un Dio minore. Ma non basta accogliere: bisogna accompagnare". Quando poi nascono in diocesi nuovi carismi, occorre "discernimento". "Il discernimento – dice Rylko – è un compito molto esigente, non facile: si tratta di verificare la genuinità del carisma e questo compito lo può realizzare solo il vescovo perché nessun carisma è esente dal discernimento dei pastori". ” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy