ECONOMIA UE: MERCATO DEL LAVORO STABILE, CRESCONO GLI INVESTIMENTI ESTERI

L’incertezza economica traspare dai dati presentati oggi a Bruxelles. Uno studio della Commissione riguardante il mercato del lavoro attesta che "esso continua a mostrare, complessivamente, buone performance", ma la crescita dell’occupazione nei primi mesi del 2008 sembra rallentare. Alla fine dello scorso anno – si legge nel documento dell’Esecutivo – l’impiego totale era cresciuto di 3,3 milioni di posti rispetto al 2006": 224,5 milioni di persone risultavano attive contro 16,1 milioni di disoccupati. Tuttavia, dopo la crescita occupazionale sostenuta nell’anno passato, quella dell’inizio del 2008 si è dimezzata. Il tasso di disoccupazione rimane complessivamente contenuto, ma probabilmente non registrerà ulteriori miglioramenti nel breve periodo. Fra gli altri dati presentati, spicca quello relativo agli investimenti esteri. "Nel 2007 gli investimenti diretti dell’Ue27 nei paesi terzi", il cosiddetto flusso in uscita, è aumentato del 53%, passando da 275 miliardi di euro nel 2007 a 420 miliardi". Gli investimenti verso l’Ue, che arrivano da paesi terzi (flusso in entrata) sono invece "aumentati dell’89%, passando da 169 miliardi a 319". Lo scorso anno è cresciuto anche il flusso di capitali intra-Ue del 13%. Intensi gli scambi di capitali tra Ue e Usa, mentre restano deboli quelli con la Cina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy