SANTA SEDE: VESCOVI E MOVIMENTI, L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE E LE "FALSE ANTINOMIE"

” ” ” “"Incoraggiare e appoggiare i nuovi movimenti come cellule di fraternità cristiana ed elementi di fermentazione, aperti e indirizzati all’opera dell’evangelizzazione, è uno dei ‘grandi progetti’ del cardinale Ratzinger e di Papa Benedetto XVI". Lo ha detto mons. Josef Clemens, segretario del Pontificio Consiglio per i Laici, intervenendo oggi al seminario di studio per i vescovi, promosso dal citato dicastero vaticano a Rocca di Papa (Roma). Luis Fernando Figari, fondatore del Movimento di Vita Cristiana, si è soffermato su alcune caratteristiche del percorso di formazione all’interno dei movimenti, esortando a superare "false antinomie", come quelle "fra vita spirituale e impegno sociale; l’amore per la Chiesa e il Papa; l’amore per la liturgia e la vita di preghiera". "Compagnie missionarie": così Dominique Vermersch, moderatore della Comunità dell’Emmanuel, ha presentato i movimenti ecclesiali e le nuove comunità, che "si trovano sulla linea più avanzata della vita della Chiesa". Mons. Claudiano Strazzari, rettore del seminario Redemptoris Mater di Roma, si è soffermato in particolare sull’esperienza della formazione permanente, in riferimento al seminario legato all’esperienza del Cammino Neocatecumenale, dove mons. Strazzari opera da oltre 20 anni. Domani in mattinata i vescovi e gli altri partecipanti sono attesi in udienza dal Papa .

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy