PAPA A GENOVA: L’OSSERVATORE ROMANO INTERVISTA GIOVANNI MARIA FLICK

Benedetto XVI, "sulla scia di Benedetto XV" – papa genovese – "punta sulla giustizia e il riconoscimento dei diritti della persona per consolidare la speranza di pace nel mondo". E’ il filo conduttore dell’intervista di Carlo Di Cicco, vicedirettore dell’Osservatore Romano, a Giovanni Maria Flick, vicepresidente della Corte Costituzionale italiana, in occasione della visita di Papa Ratzinger a Genova. "la centralità della dignità e della libertà dell’uomo – osserva Flick commentando il recente discorso del Papa all’Onu – è la chiave di ogni approccio, giuridico o etico, al tema dei diritti fondamentali; al punto che neppure un pensiero di sponda laica può abbandonare un polo di riferimento unitario, o alcuni essenziali precetti universali", per gestire e fronteggiare le emergenze. Secondo Flick, il "paradosso" denunciato da Benedetto XVI, secondo cui in ambito internazionale esiste una subordinazione alle decisioni di pochi, "è il nervo scoperto della comunità internazionale: la contraddizione di un mondo globalizzato, con la democrazia sulle labbra e le oligarchie nel cuore". In altre parole, per il giurista, "il concetto di democrazia ha raggiunto la perfezione teorica; ma la pratica di una vera democrazia tra le nazioni resta una chimera". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy