DIOCESI: ROMA, "FORMARE GLI INSEGNANTI" PER "MOTIVARE I GIOVANI"

"L’ emergenza educativa è una sfida che i docenti universitari vogliono e devono raccogliere, ascoltando anche le sollecitazioni che arrivano dalle famiglie e dagli insegnanti che chiedono di avere un sostegno" . Così mons. Luigi Moretti, vicegerente della diocesi di Roma, ha introdotto il seminario su "Il compito urgente dell’ educazione: le università di Roma riflettono sulla lettera di Benedetto XVI", svoltosi ieri presso il palazzo del Laterano, per iniziativa dell’Ufficio per la Pastorale universitaria del Vicariato, con il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle università del Lazio e della Conferenza dei rettori delle Università Pontificie Romane. Al centro della riflessione, la lettera di Benedetto XVI sul compito urgente dell’ educazione, consegnata alla diocesi e alla città il 24 febbraio scorso. "Dobbiamo imparare a trasmettere ai nostri giovani la fiducia e la speranza nel futuro", ha spiegato padre Pedro Barrajon, rettore del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e segretario della Conferenza dei Rettori delle Università Pontificie Romane. Secondo Lucia Chiappetta Caiola, docente all’ Università Roma Tre, "prima di formare i ragazzi è fondamentale formare i formatori. Gli insegnanti oggi devono essere maggiormente motivati e credere in ciò che fanno, perché solo così potranno essere di incoraggiamento alle nuove generazione a vivere pienamente le sfide della vita".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy