UE: PRIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE SULLE 7 REGIONI ULTRAPERIFERICHE

Due giorni dedicati ai problemi delle sette regioni "ultra periferiche" (Rup) dell’Unione europea, ovvero: Canarie, Azzorre, Madeira, Guyana, Guadalupe, Martinica e isole Reunion. L’iniziativa è promossa dalla Commissione Ue, considerando che "non si discuterà solo del futuro di queste regioni, ma si toccheranno temi che riguardano" tutta l’Europa. Per il periodo 2007-2013 l’Ue per queste aree investirà fondi 7,9 miliardi di euro. Alla conferenza internazionale che si svolge oggi e domani a Bruxelles prendono parte i rappresentanti politici dei sette territori, quelli degli Stati direttamente interessati (Francia, Portogallo, Spagna e Paesi Bassi), quelli delle istituzioni comunitarie, "oltre a studiosi e soggetti socio-professionali". Quattro gli argomenti in calendario: l’evoluzione demografica e i flussi migratori, i cambiamenti climatici, l’avvenire dell’agricoltura e il ruolo delle Rup nella dimensione marittima dell’Unione. La commissaria Danuta Hubner commenta: "Questa conferenza apre la strada a una discussione sui problemi delle regioni ultra periferiche e sul loro potenziale contributo alla totalità dell’Ue". L’incontro è visto anche nella prospettiva "del Libro verde che la Commissione dovrà presentare quest’anno sulla coesione territoriale".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy