LOTTA AL RACKET: AGRIGENTO, UN PROTOCOLLO D’INTESA PER "PERSONE O IMPRESE VICINE AL BARATRO"

Potranno essere presentate direttamente nella sede della Caritas di Agrigento le richieste di assistenza e di aiuto attinenti ai casi di anti-debito e di anti-usura destinate alla Fondazione antiusura "SS. Mamiliano e Rosalia" onlus, diramazione della Caritas diocesana di Palermo. "Grazie ad un protocollo d’intesa – dice il direttore della Caritas di Agrigento, don Vito Scilabra – sarà possibile dare una risposta tangibile e concreta alle situazioni disperate vissute da persone o imprese che vengono a trovarsi sul baratro a seguito di malattie, fallimenti o altre sventure". Una iniziativa, questa, che "intende contrastare con forza una piaga sociale, assai presente nel nostro territorio, e che mette in ginocchio famiglie e piccoli imprenditori". "Quello che vogliamo – aggiunge don Scilabra – è andare incontro alle famiglie in difficoltà economica cadute nella maglia dell’usura, e soprattutto operare nella prevenzione, affinché non venga fatto ricorso a prestiti usurari", da parte di "quei soggetti che non possono accedere ai sistemi bancari tradizionali". La Fondazione antiusura “SS. Mamiliano e Rosalia”, strumento operativo per la prevenzione del fenomeno dell’usura e per un sostegno alla lotta contro il racket, rientra nel progetto della Cei “Una fondazione per Regione” e aderisce alla Consulta nazionale delle Fondazioni antiusura.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy