PAPA IN USA: CASA BIANCA, IL RUOLO DELLE "CREDENZE RELIGIOSE" PER SOCIETÀ E POLITICA

"Sin dagli albori della Repubblica, la ricerca di libertà dell’America è stata guidata dal convincimento che i principi che governano la vita politica e sociale sono intimamente collegati con un ordine morale, basato sulla signoria di Dio Creatore". Lo ha detto il Papa, rileggendo alla Casa Bianca la storia americana a partire dal ruolo che vi hanno storicamente svolto "non solo i cattolici, ma tutti i credenti", che "hanno qui trovato la libertà di adorare Dio secondo i dettami della loro coscienza, essendo al tempo stesso accettati come parte di una confederazione nella quale ogni individuo ed ogni gruppo può far udire la propria voce". Una "convinzione", questa, su cui si basarono "gli estensori dei documenti costitutivi di questa Nazione", quando "proclamarono la verità evidente per se stessa che tutti gli uomini sono creati eguali e dotati di inalienabili diritti, fondati sulla legge di natura e sul Dio di questa natura". "Il cammino della storia americana – le parole del Pontefice – evidenzia le difficoltà, le lotte e la grande determinazione intellettuale e morale che sono state necessarie per formare una società che incorporasse fedelmente tali nobili principi". "Lungo quel processo, che ha plasmato l’anima della Nazione – ha sottolineato il Papa – le credenze religiose furono un’ispirazione costante e una forza orientatrice, come ad esempio nella lotta contro la schiavitù e nel movimento per i diritti civili". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy