EDILIZIA E AMBIENTE: CONVEGNO CEI, NON SOLO PANNELLI SOLARI

” “"Il conflitto tra economia ed ecologia è andato crescendo nel tempo e la loro coesistenza rappresenta la più grande sfida del XXI secolo": è quanto ha affermato Luigi Fusco Girard, docente alla Facoltà di architettura dell’Università Federico II di Napoli, intervenendo al convegno nazionale "Costruire bene per vivere meglio. Edifici di culto nell’orizzonte della sostenibilità" in corso a Roma (fino al 16). "Il sistema ecologico – ha spiegato Fusco Girard – ha natura circolare: ciò che è rifiuto diventa input per nuova vita; occorre che anche l’economia umana acquisti lo stesso andamento". Centrale il ruolo delle città: "Esse sono nate per unire, per la relazione con l’altro: oggi uniscono dal punto di vista economico ma disaggregano a livello sociale, producendo solitudini". E’ questo il compito degli architetti: "Progetti di città compatibili non si basano esclusivamente su soluzioni estetiche od economiche; occorre una valutazione integrata che tenga conto degli impatti ambientali". Allo stesso tempo: "La compatibilità non si identifica solo con la presenza di pannelli solari o altri sistemi di risparmio energetico: occorre trasformare il nodo energetico in una nuova forma di spazio e rendere conveniente l’investimento economico". La soluzione sta nella creatività, l’unica capace di: "fare sintesi tra opposti conflittuali, produrre idee nuove o nuove connessioni tra idee esistenti".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy