ARMENI: IL 24 APRILE LA GIORNATA DELLA MEMORIA DEL "METZ YEGHERN"

"Proclamare la memoria dei nostri martiri che fa parte della nostra storia ma, al tempo stesso, testimoniare la vitalità del nostro popolo, auspicando che simili genocidi non si ripetano più e cessino le guerre fratricide in corso nel mondo". Così il rettore della Chiesa apostolica armena d’Italia, l’archimandrita Aren Shaheenian, spiega al SIR il significato della "Giornata della memoria del popolo armeno" che si celebrerà il 24 aprile per ricordare il "Metz Yeghern" (il Grande male), lo sterminio di un milione e mezzo di armeni perpetrato nel 1915 dal governo dei "Giovani turchi", a partire proprio dal 24 aprile, data dell’arresto e della deportazione dei notabili armeni di Istanbul. Per l’occasione, il 24 aprile l’archimandrita Shaheenian presiederà una Divina liturgia nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano (ore 10.30). Oggi gli armeni che vivono nel proprio Paese sono circa 3 milioni e mezzo; 8 milioni sono quelli sparsi nel mondo, soprattutto negli Usa (2 milioni e mezzo), in Russia (2 milioni) e in Europa. La Francia, con 600mila presenze, accoglie la comunità più numerosa. Il popolo armeno è stato il primo ad accettare nel 301 il cristianesimo come religione di tutta la nazione.” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy