IRAQ: SAKO (KIRKUK), "MUSULMANI E CRISTIANI INSIEME PER IL FUTURO DEL PAESE"

In occasione della festa islamica di Al-Adha (o del sacrificio) l’arcivescovo di Kirkuk, mons. Louis Sako ha indirizzato una lettera ai musulmani della sua città per ribadire "l’urgenza del dialogo e assicurare futuro all’Iraq". Nel testo, pervenuto al Sir mons. Sako scrive: "cristiani, musulmani, arabi, turchi e turcomanni da secoli, insieme, condividono tempi buoni e cattivi, successi e sacrifici. In occasione della festa di Al-Adha e del Natale che come cristiani celebreremo tra due settimane è urgente attivare il dialogo ed una reciproca conoscenza per risolvere i nostri problemi e assicurare un florido futuro alla nostra nazione ed il rispetto della dignità dei nostri cittadini e dei loro diritti. Solo così possiamo ristabilire tra noi la fiducia e la convivenza pacifica". Nel contempo il presule, da sempre impegnato nel dialogo interreligioso, invita i cristiani di Kirkuk ad unirsi in preghiera con la comunità musulmana "per chiedere a Dio Onnipotente di donare pace e stabilità". "La festa di Al-Adha – conclude mons. Sako – è un tempo forte per incontrare Dio nella preghiera, nella conversione e per incontrare i nostri fratelli attraverso il perdono, la riconciliazione e la cooperazione".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy