TAIZÉ: I MESSAGGI DEI LEADER RELIGIOSI E ISTITUZIONALI, I GIOVANI E LA CRISI FINANZIARIA (2)” “” “

"Voi – scrive il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon – vi riunite in un momento cruciale per la comunità umana. Siamo di fronte ad una crisi finanziaria mondiale, all’urgenza dello sviluppo, all’insicurezza alimentare e ad un’accelerazione del cambiamento climatico". "Questa è la nostra nuova realtà mondiale", prosegue il segretario generale dell’Onu che aggiunge: "Le vostre voci saranno decisive per spingere i dirigenti del mondo intero ad agire con urgenza, avendo, in primo luogo, la preoccupazione del bene comune". Anche in video è il messaggio del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso. "Io so che voi, i giovani d’oggi –dice Barroso -, desiderate un mondo più ecologico, più solidale e più giusto. Per questo ci tengo ad incoraggiarvi ad esercitare una cittadinanza attiva affinché il ruolo preponderante dell’Europa possa esercitarsi a profitto del mondo intero e che l’Europa continui ad essere un posto di ospitalità, di solidarietà e di apertura dove noi possiamo tutti celebrare una ‘festa dei popoli’ permanente". 40 mila i giovani attesi a Bruxelles. Dopo Ginevra, Zagabria, Milano, Lisbona, Amburgo, il meeting di Bruxelles sarà il 31° incontro europeo di Taizé. 180 sono i punti di accoglienza da Malines a Nivelles, da Alost a Louvain. Alla organizzazione collaborano le Chiese cattoliche, protestanti e ortodosse del Belgio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy