SUORE RAPITE: BERNARDI ("LA GUIDA"), "A TUTTI CHIEDIAMO PREGHIERA DI VICINANZA"

"Sofferenza" e "preghiera". Sono questi i due sentimenti vissuti dal Centro missionario "Charles de Foucauld" di Cuneo nell’attesa che arrivi "la buona notizia della liberazione delle due sorelle, Maria Teresa e Caterina, rapite a El-Wak, in Kenya, lo scorso 9 novembre". È quanto ricorda il direttore del settimanale cattolico di Cuneo ("La Guida"), Ezio Bernardi, in una riflessione per il SIR a oltre un mese dal rapimento delle due religiose. "La cronaca – dice Bernardi – narra che i primi «abitanti» della Città dei ragazzi – la comunità fondata nel 1951 a Cuneo, quando don Andrea Gasparino decise di accogliere cinque ragazzi senza casa e famiglia – non di rado si trovarono all’ora di pranzo letteralmente senza un pezzo di pane. Invece di recriminare o tentare scorciatoie, il padre riuniva i ragazzi in preghiera per chiedere insistentemente a Dio il pane necessario. Da fornai ignoti, misteriosamente, il pane arrivava. Sempre. Sono trascorsi 57 anni da quelle prime esperienze. La Città dei ragazzi è diventata Centro missionario Charles de Foucauld. I poveri serviti ovunque nel mondo sono aumentati a dismisura. I fratelli e le sorelle della comunità sono andati a cercarli per condividerne la vita nei Paesi più arretrati della terra dove hanno dato vita a decine di fraternità. Ma sempre con la stessa ricetta: preghiera, fiducia in Dio e scelta gioiosa dei poveri". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy