SIR REGIONE – PUGLIA: "LEGGE ANTI-DIOSSINA". MACCULI (PAST.SOCIALE), NORME "INTERESSANTI"

"Una legge interessante". Così don Nicola Macculli, incaricato in Puglia per la pastorale sociale, del lavoro e della salvaguardia del Creato, commenta la cosiddetta "legge anti-diossina", approvata il 16 dicembre dal Consiglio regionale e tuttora causa di dibattito politico e socio-culturale. Alla legge, che mira a ridurre le emissioni in atmosfera di diossina e furani, SIR Regione dedica oggi un servizio con interviste e approfondimenti. Secondo la normativa, gli impianti già esistenti sulla base dei criteri indicati dal protocollo di Aarhus, ratificato dalla legge 125/06, non potranno emettere una somma di policlorodibenzodiossina e policlorodibenzofurani (Pcdd+Pcdf) maggiore di 2,5 nanogrammi e di 0,4 nanogrammi per metro cubo, rispettivamente a partire dal 1 aprile 2009 e dal 31 dicembre 2010. In caso di superamento dei limiti, dopo una diffida a rientrarvi, il gestore dell’impianto sarà tenuto ad arrestarne immediatamente l’esercizio. Nella relazione che accompagna il provvedimento si evidenzia una situazione di criticità dell’impianto Ilva di Taranto che, secondo una stima, produrrebbe "più del 90% del totale delle emissioni di diossina degli impianti italiani". Secondo l’Agenzia regionale per la protezione ambientale esistono "condizioni critiche dello stato di salute della popolazione tarantina". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy