EUTANASIA: CHIESA DEL LUSSEMBURGO, “OCCORRONO FORZA MORALE E CHIAREZZA”

Con un comunicato stampa diffuso ieri, la Chiesa del Lussemburgo è tornata ad esprimersi sull’eutanasia. L’occasione è l’approvazione del Parlamento all’unanimità della proposta di legge sulle cure palliative e sull’assistenza ai malati terminali. “La Chiesa saluta questo risultato univoco ed esprime la speranza che i nuovi strumenti vengano attuati rapidamente e per il bene dei pazienti. Inoltre, con l’offerta di cure palliative e di assistenza, è possibile porre limiti ragionevoli anche all’eutanasia”. Al riguardo, “la Chiesa deplora il fatto che la proposta di legge per l’introduzione dell’eutanasia e del suicidio medicalmente assistito sia stata approvata a maggioranza per la seconda volta”. La Chiesa “sottolinea il compito fondamentale dello Stato e di ogni cittadino di impegnarsi per la vita e la sua tutela” e “ricorda che non tutto ciò che è ammesso per legge è consentito anche moralmente. Forza morale e chiarezza sono più che mai necessarie”, ribadiscono i vescovi, annunciando anche l’introduzione nel 2009 della Settimana per la vita. “L’attuazione delle due leggi sulla fine della vita richiede un’alta responsabilità morale da parte di tutte le persone coinvolte: pazienti, medici e infermieri, nonché i congiunti. Ogni segno a favore della vita è un segno di speranza!”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy