STRASBURGO: CARD. ANTONELLI, "UNA CULTURA E UNA POLITICA" PER BAMBINI E NUCLEI FAMILIARI

"Accogliere o rifiutare un uomo, specialmente se bisognoso e sofferente, è accogliere o rifiutare Cristo stesso. Madre Teresa di Calcutta, alla quale è intitolato il Premio europeo per la vita che oggi viene conferito alla memoria del professor Jerome Lejeune, considerava i bambini vittime dell’aborto come i più poveri tra i poveri proprio perché rifiutati da chi dovrebbe accoglierli con amore". Il cardinale Antonelli ha svolto questa riflessione durante l’omelia della messa celebrata in mattinata nella cattedrale di Strasburgo. Nel ricordare l’imminenza del Natale, "in cui viene spontaneo avere una tenerezza maggiore verso i bambini", Antonelli ha ricordato cifre "spaventose": "È stato calcolato che i bambini vittime della violenza e dell’abbandono, senza contare le vittime dell’aborto e delle manipolazioni genetiche, vanno da 133 milioni a 275 milioni ogni anno nel mondo". Ciò deve costituire "uno stimolo per tutti, per i movimenti a favore della vita, per le persone di buona volontà, per intensificare l’impegno intelligente e perseverante nel promuovere una cultura e una politica della vita e della famiglia".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy