LEGGI RAZZIALI: INAUGURAZIONE OGGI A ROMA DI UNA MOSTRA A CURA DELLE COMUNITÀ EBRAICHE

In occasione della ricorrenza del 70° anniversario della promulgazione delle Leggi Razziali, sarà inaugurata questo pomeriggio a Roma (alle 18.30), presso la Sala Gipsoteca del Complesso Monumentale del Vittoriano, la mostra "Leggi Razziali. Una tragedia italiana", promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con l’Ucei – Unione Comunità Ebraiche Italiane. Testimonianze, filmati inediti, documenti originali, riviste, fotografie, lettere, diari, registri scolastici e oggetti di vario genere. La mostra racconta ciò che accadde tra il 1938 e il 1945: dalla revoca dei diritti civili fino alla deportazione. Si tratta – si legge in un comunicato della Comunità ebraica di Roma – di "una delle ombre più buie nella storia dell’Italia", che a distanza di 70 anni pone "ancora nuovi interrogativi". L’esposizione è realizzata in tre sezioni: la prima è relativa al fascismo tra gli anni Venti e Trenta. La seconda è interamente dedicata alle Leggi razziali. L’ultima prende in considerazione le conseguenze della persecuzione: gli arresti e lo sterminio. Per la prima volta il grande pubblico potrà conoscere le rare immagini dei due film più antisemiti che il nazismo ha prodotto e di cui il governo fascista ha fatto circolare in gran parte delle sale del paese una versione in lingua italiana: Jud Süß (Suss, l’ebreo) e Der ewige Jude (L’eterno ebreo).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy