INGHILTERRA: VESCOVI CATTOLICI E ANGLICANI CONTRO LA BBC, "EMARGINATI I PROGRAMMI RELIGIOSI"

Tirata d’orecchi dei vescovi cattolici e anglicani alla Bbc, colpevole di "non investire a sufficienza in programmi religiosi messi in onda in orari poco popolari". Nella risposta al processo di consultazione sul futuro della Bbc lanciato da Ofcom, l’organo di controllo della Bbc, i vescovi sottolineano che, "mentre uno spettacolo come ‘Friday night with Jonathan Ross’, che ha un’audience settimanale di circa quattro milioni di persone ha ottenuto un contratto di 18 milioni di sterline, circa 20 milioni di euro, il programma religioso ‘Songs of praise’ che ha livelli di audience simili e va in onda sempre su Bbc1 è considerato un genere che non dà molto profitto". Il vescovo cattolico John Arnold e quello anglicano di Croydon, Nicholas Baines, firmatari del documento scrivono che l’atteggiamento della tv inglese verso programmi religiosi indica "confusione e mancanza di coerenza". "Le pratiche religiose hanno una influenza importante su tutti gli aspetti della vita", affermano invece i presuli, "e gli investimenti in questo tipo di programmi dovrebbe riconoscere la loro importanza". Secondo i vescovi è importante che la Bbc non sia l’unica emittente a garantire programmi di natura pubblica e che i fondi vengano garantiti anche al canale privato Channel 4 e a emittenti indipendenti. ” ” ” ” ” ” ” ” ” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy