CAMPANIA: CARD. SEPE AL CONSIGLIO REGIONALE, "CHIAMATI A COLLABORARE PER IL BENE COMUNE" (2)

"E’ – ha avvertito il card. Sepe -la centralità della persona umana che chiama noi tutti, Chiesa e istituzioni, a combattere fianco a fianco la buona battaglia". Infatti, "la Chiesa, per sua costituzione, non può disinteressarsi della realtà sociale, politica e culturale in cui vive la comunità umana. E’ infatti all’uomo, immerso nella storia particolare del suo tempo, che la Chiesa annuncia il suo messaggio di speranza per una vita nuova". Se all’uomo, nella sua interezza, "va la nostra attenzione e il nostro rispetto, per il bene dell’uomo siamo tutti chiamati, Chiesa e istituzioni, ad operare, al fine di favorirne la crescita morale, civile e sociale, riconoscendogli la piena libertà di esercitare i suoi diritti personali e inalienabili. E’ nella chiara distinzione degli ambiti e nel rigoroso rispetto della reciproca autonomia che siamo chiamati a collaborare in vista del bene comune". A giudizio del porporato, in primo luogo, bisogna "richiamare alla responsabilità morale tutti i cittadini di questa amata e martoriata terra affinché ognuno coscientemente s’impegni, nell’ambito di sua competenza, a costruire la città terrena, la nostra città, la nostra regione, a misura d’uomo secondo quei principi universali, radicati nella natura della persona, che uniscono laici e credenti, uomini di diverse confessioni religiose nell’unica famiglia umana". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy