BALCANI: MONTENEGRO CHIEDE L’ADESIONE ALL’UE. REHN (COMMISSIONE), "TAPPA STORICA"

"È una tappa storica, che segna il forte impegno del Montenegro su comuni e fondamentali valori europei". Il commissario all’allargamento Olli Rehn commenta così la richiesta formale del governo montenegrino per la candidatura all’adesione, presentata oggi alla presidenza del Consiglio Ue. Rehn ricorda che spetta al Consiglio stabilire le prossime eventuali tappe, mentre "la Commissione è pronta a realizzare un dossier sulla candidatura", passo necessario per l’avvio di negoziati tra Bruxelles e Podgorica. Il paese faceva parte fino al 2006 della Serbia: oggi è una repubblica indipendente con circa 600mila abitanti. Con l’Ue ha siglato un Accordo di stabilizzazione e associazione nel 2007. Secondo il commissario, "il Montenegro ha fatto progressi rilevanti per prepararsi all’integrazione". Rehn ricorda l’importanza del percorso di avvicinamento dei Balcani all’Unione europea per la stabilizzazione politica e il progresso dell’intera regione. Se la candidatura verrà accettata, si aprirà una fase di trattative in cui l’Ue richiederà al Montenegro di rispettare i "criteri di Copenaghen" (democrazia, diritti, libero mercato, cooperazione regionale) necessari per l’adesione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy