SUORE RAPITE: COMUNITÀ ISLAMICA DI CUNEO, "PREOCCUPAZIONE" E "FERMA CONDANNA"

"Preoccupazione" e "ferma condanna" per il sequestro delle due suore cuneesi Caterina Giraudo e Maria Teresa Olivero. Ad esprimerli è l’associazione della Comunità islamica di Cuneo con una nota pubblicata integralmente sul settimanale cattolico di Cuneo ("La Guida", da oggi in edicola). Le due religiose appartenenti al Movimento contemplativo missionario "Padre De Foucauld" di Cuneo sono state rapite, nella notte tra il 9 e il 10 novembre, nella missione di El-Wak, in Kenya. "Sequestrare, minacciare, o anche solo disturbare persone innocenti – si legge nella nota della Comunità islamica – è una grave colpa nell’Islam e anche nelle situazioni più difficili il Profeta Muhammad ordinò ai suoi compagni il rispetto assoluto per le persone che dedicavano la loro vita all’adorazione di Dio. Con questo background dottrinale e tradizionale la Comunità islamica cuneese esprime la più viva preoccupazione e la più ferma condanna per il sequestro delle due suore, impegnate nell’assistenza umanitaria alla popolazione locale in Kenya". La Comunità islamica, "mentre rivolge il più sentito e accorato appello affinché" le due religiose vengano "immediatamente" rilasciate, "testimonia reale solidarietà e partecipazione alle loro famiglie, al Movimento missionario e alla città intera".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy