BIOETICA: SANTA SEDE, PRESENTATA L’ISTRUZIONE "DIGNITAS PERSONAE"

«L’essere umano va rispettato e trattato come una persona fin dal suo concepimento e, pertanto, da quello stesso momento gli si devono riconoscere i diritti della persona, tra i quali anzitutto il diritto inviolabile di ogni essere umano innocente alla vita»: lo dice l’Istruzione "Dignitas Personae", a cura della Congregazione per la Dottrina della Fede, presentata questa mattina in Vaticano. Durante l’incontro con la stampa, si è sottolineato che negli ultimi anni le scienze biomediche hanno fatto enormi progressi, che aprono nuove prospettive terapeutiche, ma suscitano anche seri interrogativi non esplicitamente affrontati dall’Istruzione Donum vitae (22 febbraio 1987). La nuova Istruzione, che porta la data dell’8 settembre 2008, Festa della Natività della Beata Vergine Maria, intende proporre risposte ad alcune nuove questioni di bioetica, che provocano attese e perplessità in vasti settori della società. In tal modo – come afferma il testo – si cerca di «promuovere la formazione delle coscienze» e di incoraggiare una ricerca biomedica rispettosa della dignità di ogni essere umano e della procreazione. (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy