INDONESIA: DA BALI SÌ ALLE DEMOCRAZIA, NO ALLA LEGGE ANTI-PORNOGRAFIA” “” ” ” “

Si è aperto oggi a Bali, in Indonesia, il Forum sulla democrazia in Asia. Tra i partecipanti, oltre ai 10 paesi dell’Asean, anche Cina, Giappone e, come osservatori, paesi non asiatici, tra cui l’Italia. Ad inaugurare il Forum è stato il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono, che nel discorso ripreso dall’agenzia d stampa ufficiale Antara,lo ha definito “una piattaforma di dialogo e di dibattito sullo sviluppo della democrazia, adattata da molti paesi asiatici secondo i propri valori”. La presenza di Yodhoyono a Bali ha riacceso la protesta dei balinesi. Solo ieri, infatti, il presidente aveva firmato il decreto di promulgazione della legge anti-pornografia, che le minoranze ritengono – come sottolinea la Commissione indonesiana per i diritti umani – "un regalo fatto agli integralisti musulmani, oltre che lesivo dei diritti civili e religiosi e fortemente limitativo per l’informazione". Il parlamentino dell’autonomia balinese ha già detto di non ritenere applicabile la legge, il cui percorso parlamentare è stato fermamente osteggiato anche dai cristiani. “La nostra posizione è chiara: Bali non potrà adottare la legge perché andrebbe a censurare la nostra vita culturale e religiosa", ha detto il vice-presidente del Consiglio legislativo balinese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy