DIALOGO INTERRELIGIOSO: CARD. TAURAN, "UN RISCHIO E UN’OPPORTUNITÀ"

Il dialogo interreligioso "è al tempo stesso un rischio e un’opportunità". Lo ha detto questo pomeriggio il card. Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, alla consulta dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro riunita a Roma da oggi al 5 dicembre. "Tutti siamo condannati al dialogo" ha proseguito il porporato, spiegando che esso consiste nella "ricerca della comprensione reciproca fra due persone in vista di una comune interpretazione di ciò su cui concordano o meno". Per Tauran ciò implica "un linguaggio comune, onestà nella presentazione delle proprie posizioni, e desiderio di fare il possibile per comprendere il punto di vista dell’altro". Presupposti che, applicati al dialogo interreligioso, fanno capire che esso non consiste "nell’essere gentili verso gli altri o nel compiacerli", né è "questione di negoziare". Si tratta piuttosto di "assumersi un rischio senza rinunciare alle mie convinzioni" ma confrontandomi "con le convinzioni di un altro, accettando di prendere in considerazione argomenti diversi dai miei". "Ogni religione – ha sottolineato il presule – ha la propria identità" ed è proprio questa "che mi permette di considerare la religione dell’altro". (segue)” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy