BENEDETTO XVI: ANGELUS, "DIO HA TEMPO PER NOI"

"Dio ci dona il suo tempo", "Dio ha tempo per noi": è questo, per il papa, il messaggio fondamentale dell’Avvento. "Tutti diciamo che ‘ci manca il tempo", perché il ritmo della vita quotidiana è diventato per tutti frenetico", le sue parole all’Angelus di ieri. "Noi abbiamo sempre poco tempo; specialmente per il Signore non sappiamo o, talvolta, non vogliamo trovarlo", ma "Dio ha tempo per noi", ha fatto notare Benedetto XVI: "Dio ci dona il suo tempo, perché è entrato nella storia con la sua parola e le sue opere di salvezza, per aprirla all’eterno, per farla diventare storia di alleanza". In questa prospettiva, "il tempo è già in se stesso un segno fondamentale dell’amore di Dio: un dono che l’uomo, come ogni altra cosa, è in grado di valorizzare o, al contrario, di sciupare; di cogliere nel suo significato, o di trascurare con ottusa superficialità". Sono tre, per il pontefice, i grandi “cardini” del tempo, che "scandiscono la storia della salvezza: all’inizio la creazione, al centro l’incarnazione-redenzione e al termine la ‘parusia’, la venuta finale che comprende anche il giudizio universale". Momenti, questi, che però "non sono da intendersi semplicemente in successione cronologica", poiché " la creazione è sì all’origine di tutto, ma è anche continua e si attua lungo l’intero arco del divenire cosmico, fino alla fine dei tempi".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy