TERRA SANTA: ISRAELE NEGA AL NUNZIO APOSTOLICO L’INGRESSO A GAZA

Nella giornata di ieri le autorità israeliane hanno impedito al nunzio apostolico in Israele e delegato apostolico, mons. Antonio Franco, di entrare nella Striscia di Gaza dove avrebbe dovuto celebrare la messa nella parrocchia della Sacra Famiglia. A darne notizia è il Patriarcato latino di Gerusalemme che informa che il Nunzio era accompagnato da due sacerdoti del Patriarcato e che martedì scorso erano stato fatti i passi necessari presso le autorità militari e le istituzioni governative competenti per avere libero accesso nella Striscia. Nonostante ciò la delegazione del Nunzio è stata ferma per circa tre ore al check point del valico di Erez. A nulla sono valsi i tentativi di prendere contatto con le più alte autorità del ministero israeliano per gli Affari esteri per ottenere il permesso, consentito invece a diversi veicoli della Croce Rossa e dell’Onu, così come un gruppo di palestinesi cui è stato consentito di uscire da Gaza. Nella sua nota il Patriarcato parla di messa negata ai fedeli e di violazione4 del loro diritto di culto. La presenza del Nunzio a Gaza avrebbe avuto anche il significato della vicinanza della Santa Sede alla popolazione della Striscia duramente provata ed in particolare alla piccola comunità cristiana locale.” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy