VESCOVI EUROPEI E AFRICANI: BOZANIC (CCEE), "IMMIGRATI, NO A SOLUZIONI SEMPLICISTICHE"

(Patrizia Caiffa, inviata Sir a Liverpool) – Un invito affinché "i governi e le comunità ecclesiali trovino soluzioni nuove e non semplicistiche, capaci di valorizzare le diverse tradizioni culturali e la ricchezza che la mobilità umana reca con sé": lo ha rivolto oggi il card. Josip Bozanic, arcivescovo di Zagabria e vicepresidente del Ccee (Consiglio delle Conferenze episcopali europee), aprendo i lavori del seminario su "Le migrazioni, nuovo spazio di evangelizzazione e solidarietà" organizzato insieme al Secam (Simposio delle Conferenze episcopali di Africa e Madagascar) a Liverpool, dal 19 al 23 novembre. Una trentina i partecipanti, tra vescovi europei, africani, rappresentanti di dicasteri vaticani e agenzie umanitarie cattoliche. Il seminario di Liverpool segue di un anno quello di Elmina (Cape Coast), in Ghana, sulle nuove schiavitù, nell’ambito di un progetto quadriennale di collaborazione deciso nel 2004 dai vescovi europei e africani. Liverpool è particolarmente significativa perché fu uno dei più grandi mercati di schiavi e da qui partirono migliaia di emigranti verso l’America. "Vogliamo parlare della mobilità umana non come problema – ha precisato il card. Bozanic – ma come risorsa e spazio di evangelizzazione e di solidarietà". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy