ECONOMIA: ACCORDO UE, USA E CINA PER LA SICUREZZA DEI PRODOTTI

Il 50% delle merci ritirate dal mercato Ue, perché ritenute pericolose o dannose per la salute o la sicurezza personale, è di origine cinese. L’altra metà dei prodotti "fuori norma" proviene in massima parte dai paesi Ue o dagli Stati Uniti. Da qui è sorta l’esigenza di una collaborazione a vantaggio dei cittadini. "La fiducia è la moneta dell’economia globale", afferma il commissario Ue Meglena Kuneva. "Ogni settimana c’è un allarme che ci ricorda che non possiamo permetterci di perdere di vista i problemi di sicurezza", collocandoli "ai primi posti dell’agenda politica" comunitaria. Kuneva, responsabile per la sicurezza dei consumatori, ha dato vita oggi a Bruxelles al primo "Vertice trilaterale sulla sicurezza dei prodotti", assieme a Nancy Nord, presidente della Consumer Product Safety Commission (Commissione per la sicurezza dei generi di consumo) degli Usa e a Wei Chuanzhong, viceministro in rappresentanza della Repubblica popolare cinese. L’incontro ha voluto "inviare un forte segnale politico sulla determinazione di tutte le parti in causa a mantenere la sicurezza dei prodotti al centro dell’agenda internazionale, riconoscendo la possibilità di costruire mercati aperti solo attraverso la gestione rigorosa della catena globale della fornitura dei prodotti". (segue)” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy