FAMILY DAY: SETTIMANALI CATTOLICI, "GIOIOSA MANIFESTAZIONE DELLA BELLEZZA DELLA FAMIGLIA" (3)

” “"L’impegno per l’emergenza famiglia non è solamente italiano – ricorda Evaristo Campomori, direttore settimanale della diocesi di Imola (Il Nuovo Diario Messaggero) -. Lo dimostrano le grandi manifestazioni che si sono svolte in altri Paesi europei". Il Family Day, aggiunge Campomori, "non è una manifestazione partitica. È invece un fatto «politico» in quanto si vuole sollecitare il mondo politico a dare risposte concrete ai bisogni delle famiglie. Non è una manifestazione «religiosa» in senso stretto, ma si fonda su una premessa antropologica: la famiglia – si legge tra l’altro nel Manifesto Più Famiglia – è nucleo originario che custodisce le radici più profonde della nostra comune umanità e forma alla responsabilità sociale. Non è una manifestazione contro le persone". Gino Mecca, direttore del settimanale della diocesi di Teramo-Atri (L’Araldo Abruzzese), scrive: "Il Family Day vuole essere un’azione di sostegno alla famiglia come tale, al valore permanente della famiglia naturale". Perciò, prosegue Mecca, "la manifestazione deve essere letta come testimonianza civile, laica nella sua essenza, per la difesa di un valore (la famiglia)". (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy