FAMILY DAY: ROCCELLA, "GRAZIE A TUTTE LE DONNE"

” “Un grazie a Giovanni Paolo II, "punto di riferimento" della "resistenza del cuore" tipicamente cattolica, e "un grazie che nessuno dice mai: grazie a tutte le donne che sono qui, grazie all’amore, alla passione, alla generosità che le donne mettono nello sforzo di costruire e mantenere in piedi le famiglie". Eugenia Roccella, portavoce del Family Day, ha concluso così il suo intervento dal palco di piazza S.Giovanni. "Grazie alle mamme – ha proseguito – spesso sole nella loro volontà di fare figli, tanto che ormai esiste un grave divario tra il desiderio di maternità e la sua realizzazione: secondo le indagini, le donne vorrebbero in genere più bambini di quanti poi riescono a farne, perché la società glielo rende difficile, e la politica non aiuta. Grazie per il coraggio, gli equilibrismi, i piccoli eroismi quotidiani. E grazie anche ai padri – ha aggiunto Roccella – perché noi vogliamo che la paternità resti un modello importante per gli uomini, perché vogliamo responsabilità genitoriali condivise, e non madri sole, come accade nei Paesi del Nord Europa che ci vengono sempre proposti come modello di civiltà". Grazie, infine, "a voi che siete qui, e a tutti i genitori di questo Paese".” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy