FAMILY DAY: KIKO (NEOCATECUMENALI), "NON SIAMO CONTRO NESSUNO". UN PENSIERO AI BAMBINI DELLE COPPIE SEPARATE

"La famiglia umana manca del vino della Resurrezione che sconfigge la morte. Anche l’amore più grande e profondo tra due giovani è destinato a morire. Solo Cristo rende eterno l’amore". Ha usato il racconto evangelico delle nozze di Cana, Kiko Arguello, fondatore del cammino neocatecumenale, per ricordare l’importanza della famiglia fondata sul matrimonio cristiano. "Non siamo contro nessuno – ha detto Kiko – testimoniamo solo l’amore di Cristo che rende la famiglia una scuola di amore". "Oggi nelle nostre scuole – ha aggiunto – ci sono milioni di bambini, figli di coppie separate. Sono bambini feriti perché hanno visto i loro genitori odiarsi. Sono la fascia più debole per questo serve – ha concluso – ricostruire la famiglia". Al termine del suo intervento Kiko, dopo aver annunciato che 3.000 famiglie si sono offerte al Papa per la "missio ad gentes", ha imbracciato la chitarra invitando la piazza a cantare "Resuscitò".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy