FAMILY DAY: ANCHE SLOGAN "BIOLOGICI" FRA GLI STRISCIONI, DA NAPOLI IL PIÙ ORIGINALE

"Radici cristiane, la famiglia secondo natura". Suona come la pubblicità di un prodotto biologico, invece è uno degli slogan più originali che campeggiano in una piazza S.Giovanni gremita di gente (non ci sono più Varchi né da via Emanuele Filiberto né da via Merulana, segno che l’afflusso di folla continua senza sosta). La fantasia del "popolo" del Family Day oggi si è davvero scatenata, con striscioni variopinti su cui campeggiano slogan tra cui spicca – come uno "spot" a favore della famiglia tradizionale, oltre che una sorta di riedizione cattolica della cosiddetta "famiglia allargata" – quello targato Napoli, naturalmente in dialetto (anzi "lingua") napoletana: "Io mammat’e tu, e figliate, e nonn’, e zi’e, ch’est’è ‘a famiglia. Che vuo’ di più?". Viene da Bergamo uno striscione di solidarietà verso mons. Angelo Bagnasco, presidente della Cei. "Grazie, mons. Bagnasco – vi si legge – Grida sempre più forte la retta via". Poi slogan più "militanti", come: "Nemici della famiglia = nemici dell’umanità". Tra gruppi di giovani che ballano balli tradizionali al suono di chitarre e tamburi, e trampolieri che si muovono al ritmo delle cornamuse, si possono trovare striscioni come "Per la famiglia, non a costo della famiglia". "Famiglia, un’invenzione di Dio".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy