FAMILY DAY: ALICI (AZIONE CATTOLICA), "RIMUOVERE TUTTI GLI OSTACOLI CHE PESANO SULLA FAMIGLIA"” “” “

Un invito a "rimuovere tutti quegli ostacoli, diretti e indiretti, che pesano sulla famiglia, senza confondere il rispetto dei diritti individuali con un’impossibile neutralità nei confronti del bene comune". A lanciarlo dal palco di piazza S.Giovanni è stato Luigi Alici, presidente dell’Azione Cattolica nazionale. "La famiglia – ha detto – è un bene comune, perché unisce in una forma unica e originale maschile e femminile, vita e amore, pubblico e privato. Da questo legame stabile e libero nasce qualcosa che è per tutti: da quella nascita fiorisce una trama di relazioni filiali, genitoriali e familiari che è la prima scuola di vita sociale". La famiglia, dunque, per Alici "non è un residuo archeologico": anzi, privatizzarla "significa rassegnarsi ad una deriva di tipo individualistico, fondata sull’illusione perversa che ciascuno di noi è figlio unico di se stesso". Per l’Azione Cattolica, "sulla famiglia pesano le insicurezze della vita sociale": di qui l’invito a "non assegnare alla famiglia un’attenzione intermittente o sporadica". Da parte sua, l’Ac si impegna a "frequentare anche le altre piazze del dibattito pubblico, senza dimenticare che i valori della legalità, della solidarietà, della giustizia sociale e della pace sono tutti fondati sull’idea di essere figli dell’unica famiglia umana".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy