BENEDETTO XVI IN BRASILE: ALLA “FAZENDA DA ESPERANÇA”, "NON BISOGNA MAI PERDERE LA SPERANZA"

"La manifestazione di un gesto di affetto del Successore di Pietro alle sorelle di clausura": così Benedetto XVI ha definito il suo incontro con le suore Clarisse, nella visita alla chiesa della Fazenda da Esperança a Guaratinguetá, avvenuto stamattina (ore 15.50 in Italia), durante la quarta giornata del viaggio apostolico in Brasile. "Dove la società non vede più alcun futuro o speranza – ha detto il Santo Padre – i cristiani sono chiamati ad annunziare la forza della Risurrezione: proprio qui, in questa ‘Fazenda da Esperança’, dove risiedono tante persone, specie giovani, che cercano di superare il problema della droga, dell’alcool e della dipendenza dalle sostanze chimiche, si testimonia il Vangelo di Cristo in mezzo a una società consumistica lontana da Dio". La Fazenda da Esperança, infatti, è la casa madre delle comunità di recupero per giovani tossicodipendenti e alcolisti, fondate dal frate francescano tedesco Hans Stapel. "In questa ‘Fazenda da Esperança’ – ha aggiunto Benedetto XVI – si uniscono le preci delle Clarisse e il lavoro arduo della medicina e dell’ergoterapia per vincere le prigioni e rompere le catene delle droghe che fanno soffrire i figli amati di Dio". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy