BENEDETTO XVI: AL CORPO DIPLOMATICO, "TANTI PAESI SONO MOTIVO DI PREOCCUPAZIONE" (4)

Benedetto XVI ha poi rivolto un pensiero al Brasile, paese dove si recherà in visita apostolica nel prossimo maggio, citando "il miglioramento di alcuni indici economici, l’impegno nella lotta contro il traffico di droga e contro la corruzione, i diversi processi di integrazione, gli sforzi per migliorare l’accesso all’educazione, per combattere la disoccupazione e per ridurre le disuguaglianze nella distribuzione dei redditi". Ha quindi parlato della situazione in Colombia ("fare tutti gli sforzi per pacificare il paese"), a Cuba, in Viet-Nam, a Timor Est, in Corea (dove covano "pericolosi focolai di tensione"). Tra i paesi "motivo di preoccupazione" ha citato l’Afghanistan, lo Sri Lanka e il Medio Oriente. Riguardo a questo ultimo riguardo ha detto che "i Libanesi hanno diritto a vedere rispettata l’integrità e la sovranità del loro paese; gli Israeliani hanno il diritto di vivere in pace nel loro Stato, i Palestinesi hanno il diritto ad una patria libera e sovrana. Se ciascuno dei popoli della regione vede le sue aspettative prese in considerazione e si sente meno minacciato, la fiducia reciproca si rafforzerà". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy