BENEDETTO XVI: AL CORPO DIPLOMATICO, "RIFLETTERE SUL TRATTATO COSTITUZIONALE DELL’UNIONE EUROPEA" (5)

Dopo aver deplorato la "spaventosa violenza che insanguina l’Iraq" e ricordato le "preoccupazioni legittime della comunità internazionale" circa il programma nucleare dell’Iran, il Papa ha rivolto la sua attenzione all’Europa. "Nel momento in cui ci si appresta a celebrare il cinquantesimo anniversario dei Trattati di Roma, una riflessione si impone sul Trattato costituzionale – ha detto -. Mi auguro che i valori fondamentali che sono alla base della dignità umana siano pienamente protetti, in particolare la libertà religiosa in tutte le sue dimensioni e i diritti istituzionali delle Chiese". Accanto alle felicitazioni per l’ingresso nell’Unione Europea di Bulgaria e Romania, Benedetto XVI ha auspicato che "la regione dei Balcani giunga alla stabilità che tutti sperano", citando in particolare l’evoluzione delle vicende in Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Kosovo. Ha infine richiamato il valore e la dignità della persona umana: "Solo rispettando la persona umana – ha detto – è possibile promuovere la pace, e solo costruendo la pace si pongono le basi per un autentico umanesimo integrale".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy