VOCAZIONI: DON LICURGO (DIOCESI DI SIENA), "UN POVERO PRETE DI CAMPAGNA"

"Lui amava definirsi un povero prete di campagna. Per noi era un prete del popolo, il buon pastore". Per Fiorella e Claudio Donzelli, responsabile della pastorale familiare della diocesi di Siena, due figli, Francesca di 28 e Francesco di 23 anni, don Licurgo, il parroco di Poggibonsi scomparso due anni fa e arrivato nella loro vita nel 1966, era "un anticomunista sfegatato, ma voleva bene a tutti e tutti gli volevano bene". Raccontando questo pomeriggio la loro esperienza durante la tavola rotonda del Convegno nazionale del Cnv (Centro nazionale vocazioni) in corso a Roma, i due sposi hanno ricordato che "gli piaceva tanto il contatto con la gente. Benediva lui le famiglie e la benedizione nelle case durava tutto l’anno, perché voleva incontrare tutti". Oggi, Francesca, la figlia maggiore dei coniugi Donzelli è postulante francescana. Prima di partire per Roma, ha sentito il bisogno di ringraziare don Licurgo: "Non era il suo direttore spirituale", hanno precisato i genitori: "Era semplicemente una figura che meritava di essere imitata. Ha testimoniato che la vita consacrata aveva un senso, valeva la pena di essere vissuta".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy