DIRITTI VIOLATI: NAPOLI, UN MESSAGGIO DAI GIOVANI SALESIANI

"I diritti dei giovani a Napoli sono celati nell’ombra! Calpestati, nascosti, dimenticati: in una città in cui la libertà individuale è mossa in pericolo dalla violenza della criminalità organizzata, occorre intervenire tempestivamente attraverso armi legali e culturali". Inizia, così, il messaggio che gli studenti dell’Istituto salesiano del Sacro Cuore del Vomero (Napoli), hanno reso noto, oggi, al termine della marcia dei diritti umani violati a Napoli, cui hanno partecipato oltre mille ragazzi, in occasione della festa di san Giovanni Bosco. "Napoli è ricca di cultura, di storia, di artisti, di monumenti", ma, scrivono gli studenti, "l’ignoranza diffusa in ampi strati della popolazione, resa ancora più pericolosa dall’evasione scolastica e dalla incapacità delle istituzioni di porvi rimedio, contribuisce, insieme allo smarrimento di saldi valori morali, a creare la base su cui alligna l’insidiosa minaccia della criminalità organizzata". Da parte sua, "la scuola appare incapace di proporsi come luogo della trasmissione di principi di legalità", mentre la famiglia, osservano i ragazzi, "si trova ad operare da sola in un contesto in cui quotidianamente si assiste alla negazione di quei valori fondamentali che tenta di trasmettere". (segue)” ” ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy