CEI: COMUNICATO FINALE CONSIGLIO PERMANENTE

” “"Profonda gratitudine al Santo Padre per la sua partecipazione al convegno di Verona" e per il suo "messaggio forte ed autorevole" alla Chiesa italiana, e "viva ammirazione" per il modo in cui ha condotto "la missione in Turchia" sono stati espressi dai vescovi italiani durante i lavori del Consiglio episcopale permanente svoltosi a Roma dal 22 al 25 gennaio. Nel Comunicato finale reso noto oggi (testo integrale da stasera su old.agensir.it), i presuli confermano la "piena adesione al magistero" di Benedetto XVI e, ribadendo l’importanza del riconoscimento "legge naturale" quale "fondamentale presupposto per un’autentica pace", sottolineano che "la vita umana, la famiglia e il matrimonio non sono meno importanti della pace" e "rientrano nell’ambito di quell’unica etica che ha come orizzonte un umanesimo pieno e condiviso". Quanto al panorama internazionale, i vescovi auspicano per l’Europa "regole più idonee ad assicurare l’effettiva e armonica" integrazione, ed esprimono preoccupazione per l’Iraq e l’Afghanistan, vicinanza alla popolazione libanese e solidarietà ai cattolici di Terra Santa. Un pensiero, infine, ai Paesi dell’Africa e alla regione asiatica. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy