FAMIGLIA E PACS: MONS. BETORI, "MODELLI SOCIALI CHE ENTRANO IN CONCORRENZA TRA LORO"

"Modelli sociali che entrano in concorrenza tra di loro". Così ieri mattina alla trasmissione Rai1 "a Sua immagine" mons. Giuseppe Betori, segretario generale della Cei, è intervenuto sulla questione dei pacs, delle unioni civili e delle coppie di fatto. "Se noi pensiamo di poter mettere accanto al modello della famiglia monogamica, fatta da un uomo e una donna che si mettono insieme per la vita perché vogliono il bene reciproco e della società, altri modelli" ha aggiunto il vescovo " scardiniamo, rispetto la progetto di vita, i valori che presentiamo ai giovani e alla società". Mons. Betori, richiamando le difficoltà soprattutto delle giovani famiglie ha auspicato maggiori interventi dalle istituzioni e al riguardo ha citato l’esempio della Francia che, "a prescindere da una visione ideologica" conferma che "si è potuto fare qualcosa di serio per la famiglia e per la natalità". Il vescovo è anche intervenuto sul caso Welby affermando che, nell’ambito della vita, "forse la politica vuole legiferare troppo" mentre "andrebbe piuttosto valorizzata la deontologia medica" Ferma la denuncia dell’inchiesta condotta da L’Espresso sulle confessioni finte: "I vescovi sono esterrefatti di fronte a un comportamento deontologicamente inammissibile per un giornalista". Domani mons. Betori terrà la conferenza stampa sulle conclusioni del Consiglio episcopale permanente tenutosi nei giorni scorsi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy