SCUOLA: CONVEGNO FIDAE; CONTRO IL "BULLISMO" SERVE UNA "POLITICA SCOLASTICA GLOBALE"

” “Per cercare di contrastare fenomeni come il "bullismo", o meglio di "disagio socio-relazionale che si traduce operativamente in comportamenti di prevaricazione tra coetanei", serve "una politica scolastica globale, che coinvolga la classe, il personale docente e non docente, le famiglie e diverse agenzie educative sul territorio". Ne è convinto Alessandro Ricci, docente all’Università Pontificia Salesiana, intervenuto oggi al Convegno nazionale della Fidae (Federazione Istituti di attività educative), in corso a Roma fino a domani. "Episodi di prepotenza, sopraffazioni, aggressività di vario tipo vengono spesso confusi ed etichettati come generica manifestazione di maleducazione", ha osservato il relatore, ma "il disagio socio-relazionale, a scuola, risulta un fenomeno che va al di là del singolo alunno e coinvolge spesso gli altri compagni e l’intero gruppo classe", generando "un clima conflittuale estremamente pesante per i ragazzi e per gli insegnanti stessi". Per questo "diventa prioritario agire a livello classe e sistema scolastico nel suo complesso" ed attivarsi sul versante della "prevenzione" delle "situazioni a rischio", offrendo inoltre agli insegnanti "una proposta formativa specifica" per "interventi efficaci" nel contrastare il fenomeno. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy