VIOLENZA TRA MINORI: MONS. SANGUINETTI (TEMPIO AMPURIAS), "BISOGNA RIMBOCCARSI TUTTI LE MANICHE"

"Dobbiamo trovare la forza di reagire e gridare forte lo sdegno ma è necessario rimboccarci tutti le maniche per dare un sostegno alla famiglia, per ritrovare la dimensione educativa e rimettere al centro la persona umana, il valore della vita, dell’infanzia, della fanciullezza, che stiamo sacrificando sull’altare di altri idoli": così mons. Sebastiano Sanguinetti, vescovo di Tempio-Ampurias, nel commentare al Sir i fatti di violenza di minori su coetanei, accaduti in questi giorni i Sardegna e in altre regioni. Questi fatti, per il vescovo, denunciano che "il disagio anche nell’infanzia sta toccando livelli di assoluta gravità. E non può lasciare indifferenti, meno che mai la Chiesa". Ad essere messo in discussione è il mondo degli adulti, dice il vescovo che "non sa più cosa trasmettere e il come trasmettere". Insomma, "il mondo degli adulti è attraversato da una crisi di valori, di dimensione educativa e ha perso i valori dell’accompagnamento educativo: i minori sono per alcuni versi super protetti e per altri lasciati completamente in balia di se stessi, delle sollecitazioni delle mille immagini che li circondano e del branco che frequentano, che diventa l’unico luogo di socializzazione vera: branco dove confluiscono tutte quelle forme di sollecitazione". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy