CAMPANIA: CARD. SEPE, "LA NOSTRA TERRA PUÒ FARCELA"

"La nostra terra può farcela a diventare un polo di sviluppo economico, sociale, culturale e religioso. La nostra gente può raggiungere mete impensabili ogni qualvolta unisce le risorse in uno slancio creativo e solidale e progetta iniziative in favore della comunità". Così l’arcivescovo di Napoli, il card. Crescenzio Sepe, al quale è stato assegnato oggi il Premio "Leonardo Renaissance Mediterraneo", "per le sue posizioni espresse a favore di un cambiamento etico delle classi dirigenti in Campania e del necessario lavoro a progetti concreti"."La nostra terra – ha affermato durante la premiazione – è troppo spesso oggetto della cronaca nera e del malaffare, è volutamente sotto i riflettori di chi tende a denigrare il Sud, quasi a voler frenare ogni possibilità di sviluppo economico e turistico e voler svilire quanto vi è di geniale e di artistico nella nostra cultura e nelle nostre tradizioni". "Una trasformazione è possibile – ha aggiunto – solo se, da un lato, la smettiamo di piangerci addosso, come se fossimo in un vicolo cieco, dall’altro, se comprendiamo che in ogni settore la nostra terra può farcela ad emergere da questo stato di precarietà economica e di illegalità, che ci portiamo addosso come un abito vecchio, solo se lavoriamo insieme in collaborazione gli uni con gli altri".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy